Home

E’ stato proprio attendendo il mio turno al botteghino che mi sono ricordata di quanto sia piacevole andare al cinema. Stavo lì in fila, in perfetto orario per la proiezione delle 20:30, ascoltavo i discorsi della gente, controllavo le riduzioni delle tariffe… e mi sentivo a casa.
Trovare un bel film da vedere e gustarselo sul grande schermo può essere un bel modo per chiudere fuori dalla mente il lavoro e immergersi in nuovi mondi. In attesa di avere il mio biglietto fra le mani ero felice, mi sembrava in fondo, di aver scovato un’ottima ricetta per una serata speciale. Una ricetta semplicissima.


Tempo di preparazione:
una prima o una seconda serata

Ingredienti:
1 programma degli spettacoli in sala
1 piccolo cinema in estinzione
2 cucchiai di calma e puntualità
1 sacchetto di rotelle di liquirizia
vestiti comodi

Consultate attentamente un sito internet o un giornale locale per individuare una pellicola fra le tante in proiezione, nella serata che preferite. Scegliete accuratamente la sala: per una buona riuscita dello spettacolo è importante che gli spettatori si trovino a loro agio, consiglio un cinema di piccole dimensioni, magari uno di quelli che rischia di chiudere, in cui vi strappa il biglietto il sindaco del paese che ci lavora come volontario (succede anche questo). In questo modo non rischierete di rimanere sepolti sotto chili di popcorn maleodoranti pagati 10 euro all’etto in quei super multisala, multistrato, multiscelta, multistress.
Arrivate per tempo, così potrete sedervi dove preferite e non vi perderete i trailer prima del film, fon-da-men-ta-li per entrare nel clima della serata. A questo punto potete tirare fuori le rotelle di liquirizia e srotolarle una ad una prima di assaggiarle, con gusto e soddisfazione, in attesa dell’inizio. E’ un momento importante, sospeso, in cui si ritorna un po’ bambini, emozionati, appassionati, avvolti in una leggera e frizzante aria di aspettative.
Saggiate la poltrona e mettetevi comodi, tutto ad un tratto si spengono le luci e lo spettacolo ha inizio. Non dovete fare più nulla se non guardare, ascoltare e lasciarvi trasportare.

C’è chi pensa che al cinema ci si possa andare solo accompagnati. Consiglio invece di provare la ricetta, almeno una volta, anche senza compagni di proiezione: decidete all’ultimo, vi infilate la giacca e uscite, da soli: il risultato potrebbe sorprendervi piacevolmente.

Buona serata e buona visione!

Ascolta qui la puntata
di “Stasera che sera” letta a Take Away su radio Capital
staserachesera-2012-03-11.mp3

2 thoughts on “Ricette al botteghino

  1. per un periodo l’ho fatto spesso, in solitudine e senza dover per forza parlare con qualcuno prima dell’inizio del film ascoltavo le cazzate che dicevano “gli accompagnati”.
    visti così i film hanno un altro sapore, ma odiavo le persone all’uscita…

    Mi piace

    • davvero?! invece io arrivo sempre alla fine del film riappacificata con me stessa e con gli altri, quando vado da sola. ma condivido il masochistico divertimento e la curiosità di ascoltare i commenti altrui prima dell’inizio!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...